logo territorio europa

FAMI 2014-2020. PROMOZIONE DELLA PARTECIPAZIONE ATTIVA DEI MIGRANTI

Scadenza bando: ORE 12.00 DEL GIORNO 9 AGOSTO 2016

Nome del bando
Selezione di sei partner privati per la co-progettazione della proposta progettuale presentata dalla Regione Lazio al Ministero del Lavoro nell’ambito avviso pubblico multi-azione FAMI 2014-2020 – OS2 Integrazione/Migrazione legale – ON2 Integrazione – Piani d’intervento regionali per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi

 Oggetto
Attraverso l’avviso pubblico è intenzione della Regione Lazio selezionare sei soggetti privati, singoli o associati in ATS costituenda, in qualità di partner del progetto che la Regione presenterà al Ministero del Lavoro. In particolare il partner si occuperà delle attività relative all’azione 4 del progetto: “Promozione della partecipazione attiva dei migranti alla vita economica, sociale e culturale, anche attraverso la valorizzazione delle associazioni dell’avviso pubblico multi-azione FAMI 2014-2020.”
 In particolare le attività finanziabili riguardano percorsi di avvio/consolidamento delle realtà associative formate da stranieri sul territorio regionale, coniugando il potenziamento di competenze e progettualità associative, con una più forte affermazione e una maggiore visibilità sul territorio regionale di tali realtà, oltre che il rafforzamento del dialogo con le Istituzioni locali e regionali, oltre che con i Paesi d’origine.

La Regione Lazio ritiene prioritarie le seguenti linee di attività progettuali:

  • analisi sullo stato dei gruppi organizzati di immigrati provenienti da Paesi terzi presenti sul territorio regionale, con approfondimento della loro conoscenza, anche in relazione alla partecipazione e all’interazione stabilita con il territorio e gli attori locali;
  • realizzazione di specifici percorsi di informazione/orientamento/formazione rivolti ad operatori e rappresentanti di gruppi organizzati di migranti, anche di seconda generazione, volti al consolidamento di competenze e progettualità associative 2 ente pubblico, diverso dal partner, che aderisce con atto formale alla proposta progettuale, condividendone gli obiettivi e partecipando alla rete territoriale di intervento, senza rappresentare centro di imputazione di costo;
  • attivazione di misure di accompagnamento per il consolidamento delle stesse organizzazioni, anche per la costruzione/valorizzazione di reti di associazioni straniere;
  • interventi volti alla promozione dello sviluppo e al consolidamento di competenti percorsi circolari comunicativi e partecipativi (migranti, gruppi organizzati degli stessi, comunità locali e paesi d’origine);
  • coinvolgimento diretto e qualificato di associazioni e gruppi organizzati di migranti, in processi d’inclusione. L’approccio, come da Avviso Ministeriale, dovrà seguire un’ottica multisettoriale, multilevel e stakeholder, oltre che prevedere una complementarietà con fondi territoriali, regionali, nazionali e/o europei e una sostenibilità futura.

Finanziatore
Ministero del Lavoro – Programma UE FAMI 2014-2020

Chi può partecipare
Sono ammessi come partner di progetto:

  • Enti e associazioni iscritti al Registro, di cui all’art. 42 del T.U. in materia di immigrazione;
  • Organismi di diritto privato senza fini di lucro, Associazioni e Onlus, oltre che Società Cooperative operanti nello specifico settore di riferimento, iscritti ai Registri regionali del Lazio.

Sono invece ammessi a partecipare con il ruolo di soggetto aderente (ovvero senza budget assegnato):

  • Enti locali (in forma singola e/o associata);
  • altri soggetti pubblici interessati (università, istituti scolastici, istituti di cultura, ecc.).

Divisione in lotti
Sono stati individuati 6 ambiti territoriali, ciascuno dei quali si vedrà assegnato un finanziamento specifico:

  • Ambito territoriale 1: Città metropolitana di Roma Capitale (Municipi n. VII, VIII, IX, X, XI, XII di Roma Capitale e Distretti sociosanitari RM G e RM H) – €. 110.000,00;
  • Ambito territoriale 2: Città metropolitana di Roma Capitale (Municipi n. XV, XIV, III, IV, II, I, XIII, V, VI di Roma Capitale, Distretto socio sanitario RM D1 e Distretti sociosanitari RM F ) – €110.000,00;
  • Ambito territoriale 3: provincia di Frosinone – €50.000,00;
  • Ambito territoriale 4: provincia di Latina – €50.000,00;
  • Ambito territoriale 5: provincia di Rieti – €50.000,00;
  • Ambito territoriale 6: provincia di Viterbo- €50.000,00.

I soggetti partecipanti potranno presentare la propria candidatura per due ambiti territoriali, di cui uno in via residuale. Le candidature presentate per l’ambito residuale verranno prese in considerazione solo qualora non siano prevenute altre proposte per tale ambito territoriale.

 Requisiti di partecipazione

  • disporre, a qualunque titolo, di almeno una sede operativa localizzata nell’ambito/i territoriale/i per il quale presenta la candidatura;
  • iscrizione al Registro, di cui all’art. 42 del T.U. in materia di immigrazione oppure ai Registri regionali del Lazio;
  • disponibilità di firma digitale in corso di validità e di una casella di posta elettronica certificata;
  • presentazione di una lettera di referenze in originale resa da parte di un Istituto bancario e rilasciata nell’ultimo trimestre, dalla quale emerga la correttezza e la puntualità del candidato nell’adempimento degli impegni assunti con l’Istituto. E. Requisiti di capacità tecnica:
  • esperienza, almeno triennale, maturata, nella progettazione, gestione, e realizzazione di progetti e servizi finanziati anche attraverso fondi europei, in materia d’integrazione della popolazione straniera.

I requisiti si riferiscono al soggetto partner singolo e in caso di raggruppamento a ciascuno dei membri.

Per approfondire: sito della Regione Lazio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2018 © Territorio Europa è un progetto Cesv - Centro Servizi per il Volontariato del Lazio
Site by 3Nastri | Privacy Policy