logo territorio europa

LE PISTE PROGETTUALI EMERSE DAI LABORATORI TEU

18-07-2016 Categorie: Laboratori, Teu Tags: , , ,

Quali piste progettuali sono emerse dai laboratori attivati all’interno del Progetto Territorio Europa (TEU)? Ovviamente, ogni territorio ha esigenze diverse, ed è dalla lettura dei bisogni, ma anche dal desiderio di valorizzarne le risorse, che sono emerse le priorità su cui i Laboratori concentreranno la propria progettualità.
Dal lavoro di questi mesi è emerso anche un altro elemento che rende più complessa la progettazione:  la necessità di incrociare le tematiche che emergono dai territori con i temi di competenza delle organizzazioni partecipanti.
Ogni ente infatti ha una mission, spesso molto specifica, per perseguire la quale ha sviluppato competenze e ha accumulato esperienza: c’è chi lavora con i migranti, chi negli ospedali o più in generale nell’ambito della salute, chi si occupa di ambiente o diritti degli animali, chi è attivo nell’ambito dei diritti delle donne, dell’assistenza agli anziani, del sostengo alle famiglie, chi lavora nell’ambito della cultura… Ne nasce un quadro complesso, che richiede un’ulteriore elaborazione e un lavoro davvero cooperativo per individuare:

  • quali sono le risorse disponibili (di competenze, di progettualità, di relazioni, di esperienze, di interessi);
  • come tenere insieme e  integrare e connettere tali risorse in un’ottica multidimensionale (non solo progetti settoriali, ma reti di progetti interdipendenti);
  • come coniugare progettualità, partecipazione e collaborazione nei territori.

Le piste progettuali dei laboratori di Roma

I tre laboratori nati nell’area metropolitana hanno individuato più di 20 temi operativi, su cui sviluppare proposte progettuali sulla base dei bandi in uscita. D’altra parte, la città è grande e complessa, e i bisogni sono tanti. A titolo di esempio dal territorio posiamo citare le priorità individuate dal Laboratorio di Roma 2:

  • Alessandrino: lavoro con i migranti
  • Tor Sapienza: contrasto al disagio giovanile e degli ultra40enni senza lavoro
  • Centocelle: integrazione migranti
  • Centocelle: attività con minori di tutela ambientale, promozione mobilità, conoscenza del quartiere
  • Pigneto: lotta al degrado
  • Ex SNIA: recupero e sicurezza spazi verdi
  • IX Municipio: forte presenza di disabili, immigrati, forte tasso di dispersione scolastica e forte disagio abitativo (vedi Tor Bella Monica, Ponte di Nona)
  • IV Municipio: mancano progetti per il Dopo di Noi, bisogna cercare anche soluzioni abitative
  • Pietralata e Colle Aniene: mancano strutture e infrastrutture per l’integrazione disabili
  • V Municipio : lavorare sul tema dello spazio pubblico può portare a soluzione di problemi sociali
  • Parco della Caffarella: vocazione agricola-pastorale fondamentale per la manutenzione dei terreni
  • Finocchio: profughi senza punti di riferimento, contrasto alla violenza sulle donne, occupazione giovani

Il laboratorio di Frosinone

Dal laboratorio di Frosinone sono emerse le seguenti piste progettuali relativi alla programmazione POR 2014 – 2020:

  • rilancio dell’occupazione, vista la drammatica situazione del territorio (ad esempio,
    le centinaia di disoccupati nel settore edilizio);
  • sostegno alle donne in difficoltà, che sono anche quelle a più alto tasso di
    disoccupazione;
  • riconversione della Marangoni (produzione pneumatici) verso il settore del
    riciclaggio delle plastiche;
  • interventi urgenti contro il dissesto idrogeologico della Valle del Sacco.

Accanto a queste indicazioni specifiche sono emerse altre esigenze di intervento – come la riqualificazione dell’area denominata “Le Fontanelle” – che hanno bisogno di un approccio multifondo, come il CLLD, finora non adottato dalla Regione Lazio.

Il Laboratorio ha anche costruito legami di collaborazione

  • con i GAL della Provincia, in particolare con il GALVERLA della Valcomino, per la
    promozione di interventi di inclusione sociale anche nel Piano di Sviluppo Locale di
    quell’area;
  • con i costituendi GAL di Sora e di Cassino;
  • con il tavolo di confronto sul sistema turistico locale di Fiuggi, per la promozione
    dell’inclusione sociale attraverso soluzioni di turismo sostenibile.

Nel contempo sono stati attivate 2 reti di progettazione collaborativa in relazione al bando
FSE Fuoriclasse (scadenza febbraio 2016).

Il Laboratorio di Viterbo

Queste le piste progettuali emerse:

  • rafforzamento delle capacità dell’Amministrazione di collaborazione e integrazione
    con gli interventi del Terzo settore nel territorio;
  • interventi sui giovani e sul dialogo intergenerazionale, finalizzato alla prevenzione
    del disagio nelle scuole e dell’abbandono precoce degli studi;
  • valorizzazione delle risorse e competenze dei migranti per la realizzazione di azioni
    di inclusione integrazione linguistica, culturale e lavorativa dei giovani migranti a
    Viterbo;
  • valorizzazione e cura del patrimonio paesaggistico e ambientale del territorio
    provinciale anche in collaborazione con università e centri di ricerca;
  • interventi per l’inclusione di giovani e adulti disabili nei circuiti del lavoro, ma
    anche del tempo libero e dello sport.

Il Laboratorio di Rieti

Le piste progettuali emerse a Rieti sono:

  • integrazione a rete tra attori diversi per la valorizzazione della produzione agroalimentare;
  • coinvolgimento di Terzo settore e cittadini in azioni di riconoscimento e
    restituzione della lettura dei bisogni specifici del territorio reatino;
  • necessità di integrazione tra servizi per il contrasto delle dipendenze
  • valorizzazione della storia e della cultura locale attraverso i coinvolgimento e
    l’inclusione degli anziani

Il Laboratorio di Latina–Formia

Due le piste emerse nel laboratorio di Latina-Formia:

  • formazione e sostegno al lavoro per soggetti in condizioni di disabilità o in
    condizioni di vulnerabilità;
  • rafforzamento della collaborazione tra Terzo settore e servizi educativi e scolastici
Scritto da: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2018 © Territorio Europa è un progetto Cesv - Centro Servizi per il Volontariato del Lazio
Site by 3Nastri | Privacy Policy