logo territorio europa

FUTURO SEMPLICE: IL PROGETTO CHE PORTA L’ITALIANO AI MIGRANTI IN DIFFICOLTÀ

Corsi di italiano e di educazione civica a Fondi, Terracina e Pontinia

10-10-2017 Categorie: Laboratori, News in evidenza Tags: , , , ,

Nel mese di ottobre partiranno a Fondi, Terracina e Pontinia altri tre degli 11 corsi di italiano e di educazione civica per stranieri, previsti dal progetto Futuro semplice. Altri 4 si sono già svolti nei mesi scorsi, con buoni risultati quanto a numero di iscrizioni e a soddisfazione dei partecipanti, perché rispondono ad un bisogno reale delle persone, in questo caso stranieri in condizioni di vulnerabilità.

 

IL PROGETTO. Il progetto Futuro Semplice. Azioni sperimentali di formazione linguistica per migranti vulnerabili sul territorio Pontino è un progetto della Rete Scuolemigranti, nato dall’analisi dei bisogni e dalla ricerca di proposte elaborate all’interno dei Laboratori TEU (Territorio Europa) di Latina e del Sud Pontino ed è stato cofinanziato dal Ministero dell’Interno nell’ambito del programma UE FAMI 2014-2020 (Fondo asilo, migrazione e integrazione). Partner del progetto sono CESV (che è il capofila), una scuola pubblica (CPIA 12), 5 associazioni della Rete Scuolemigranti (AUSER di Latina, Insieme immigrati in Italia, Zai Saman, Nova Urbs, PerCorsi) e l’Università Roma Tre – Dipartimento Scienze della Formazione.

Il progetto agirà sull’intero territorio della provincia di Latina e in particolare nei centri urbani di  Cisterna, Fondi, Formia, Latina, Norma, Pontinia, Sabaudia, Terracina. Si tratta spesso di luoghi caratterizzati da una assenza o comunque da una scarsità di opportunità di formazione civico-linguistica.

 

I DESTINATARI. È destinato a oltre 180 migranti fortemente vulnerabili, che per le proprie caratteristiche particolari faticano a trovare spazio nei corsi organizzati dal sistema di istruzione pubblico, perché analfabeti o perché si tratta di lavoratori dei campi e pastori con difficoltà di orari e di spostamento o donne a rischio di isolamento sociale, cioè donne che, per varie motivazioni, non hanno mai avuto la possibilità di imparare la lingua italiana o di perfezionarla, cosa che contribuisce a relegarle ad una condizione di subalternità sociale ed economica.

I corsi di lingua italiana ed educazione civica di Futuro Semplice sono organizzati tenendo conto delle specifiche esigenze dei territori e delle comunità: quelli rivolti ai lavoratori delle campagne, e prevedono anche l’attivazione di un servizio navetta per facilitare la partecipazione; altri si svolgeranno in orario serale per favorire la partecipazione degli studenti-lavoratori; altri ancora si svolgeranno invece in orario scolastico e con un servizio di baby sitting, perché rivolti alle mamme.

 

I SERVIZI E L’OSSERVATORIO. Oltre all’apprendimento della lingua, il progetto Futuro semplice prevede azioni per l’orientamento ai diritti ed ai servizi, in particolare:

  • al proseguimento del percorso formativo;
  • ai diritti del lavoro;
  • alle pari opportunità.

È parte del progetto, infine, anche l’istituzione di un Osservatorio sull’inclusione formativa, curato dall’Università Roma Tre. Il progetto infatti è un’occasione preziosa per approfondire quali sono i meccanismi che ostacolano l’inclusione formativa delle persone vulnerabili di origine straniera, perché permette di ricavarne elementi utili per la futura programmazione delle politiche di educazione degli adulti.

L’Università Roma Tre e CESV utilizzeranno i dati emersi dal progetto per realizzare un report di ricerca sui meccanismi di esclusione formativa e sulle buone pratiche in grado di promuovere il reingresso in percorsi di formazione e inclusione sociale.

L’Osservatorio ha già iniziato le proprie attività e l’Università ha formato alcuni operatori delle associazioni, che si stanno occupando di rilevare i bisogni formativi dei migranti.

Scritto da: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2018 © Territorio Europa è un progetto Cesv - Centro Servizi per il Volontariato del Lazio
Site by 3Nastri | Privacy Policy