logo territorio europa

La firma dell’Accordo di Rete per i territori della provincia di Frosinone

17-02-2016 Categorie: fissa, In primo piano, Laboratori Tags:

La prima fase del percorso del Laboratorio TEU di Frosinone,  che ha visto impegnate associazioni di volontariato e non della provincia in un ciclo di incontri formativi, ricerca e confronto, si è conclusa, lunedì 15 febbraio, con la firma dell’ Accordo di Rete per i territori della provincia di Frosinone nella Sala Conferenze della sede della Regione Lazio di via Veccia, a Frosinone.

20160215_152039

La “cerimonia” della firma è stata compiuta alla fine dell’incontro – dibattito a cui hanno  partecipato delegazioni in rappresentanza del mondo dell’associazionismo e dell’impresa sociale.

Clementina Miggiano, coordinatrice del progetto TEU regionale, ha sottolineato quanto sia forte ed articolata nella programmazione Europea, l’idea di attivare e far cresce un partenariato locale nella progettazione dello sviluppo; con i Laboratori – ha detto – si vuole rendere operativa la volontà di aggregare diverse realtà, istituzionali e non, per condividere sul territorio ipotesi di sviluppo che partano dalle connessioni, le relazioni, che lo abitano.

Quanto siano importanti e produttive, per la crescita personale ed umana, lo sviluppo di relazioni inclusive e solidali lo hanno mostrato, più che spiegato, Maria Lorena Micheli e Antonella Fornari intervenute in rappresentanza delle organizzazioni partecipanti al laboratorio.

20160215_164514

Daniele Del Monaco, LegaCoop Provincia di Frosinone, si è detto molto interessato al prosieguo dei lavori del laboratorio TEU  di Frosinone. E nel suo intervento, ha denunciato una caratteristica negativa della provincia di Frosinone: essere un territorio muto a cui manca il suo genius loci.
In una società in cui i poveri rappresentano l’8% della popolazione (5% il dato nazionale) lo sviluppo va garantito con una progettazione mirata al Noi, caratterizzata da forti tensioni etiche e proiettata oltre i tempi contrattuali del finanziamento.

Danilo Collepardi, Presidente del Sistema Bibliotecario e Documentario della Valle del Sacco, ha rimarcato il ruolo propulsivo che hanno le biblioteche nella pratica della lettura. Un popolo che non legge, ha detto fra l’altro, non può dare sviluppo economico sociale al territorio.

Tiziana Biolghini, intervenuta in rappresentanza della Regione Lazio, si è congratulata per la grande vivacità del sistema solidale provinciale, registrando con soddisfazione dei presenti, i passi avanti che si stanno facendo nella infrastrutturazione sociale della provincia.

20160215_164543Nell’intervento conclusione Maria Cristina Papitto, coordinatrice del laboratorio TEU di Frosinone oltre ai ringraziamenti di rito ha rassicurato, le associazioni presenti e non firmatarie, sul carattere aperto dell’accordo di rete che è nato, ha precisato, per promuovere una rete territoriale fra le diverse realtà del Terzo Settore, dell’imprenditoria, degli Enti Pubblici.

E nel consegnare la penna alla Presidente Cesv ha ricordato a tutti che con la stipula dell’accordo si apre la fase della raccolta di adesioni e partner all’idea di progettazione partecipata e condivisa per lo sviluppo locale.

 

 

Scritto da: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2018 © Territorio Europa è un progetto Cesv - Centro Servizi per il Volontariato del Lazio
Site by 3Nastri | Privacy Policy