logo territorio europa

A LATINA, CONTRO LA POVERTÀ, SI LIBERA IL FUTURO

Mense e laboratori per sostenere famiglie e persone in povertà. Un progetto finanziato dalla Regione Lazio

10-01-2018 Categorie: In primo piano, Laboratori, News in evidenza Tags: , ,

È in pieno svolgimento il progetto Libera il Futuro, nato all’interno del Laboratorio TEU (Territorio Europa) di Latina. Il progetto è uno di quelli che hanno vinto il Bando Solidarietà 2017 della Regione Lazio, ottenendo un finanziamento di 150.000 euro.

Ha l’obiettivo di aiutare le persone in povertà, che nella provincia di Latina sono aumentate di numero negli ultimi anni, e spesso devono affrontare situazioni multiproblematiche: mancanza di lavoro stabile, redditi insufficienti, malattie croniche, crisi e disgregazione del nucleo famigliare, anziani con pensione insufficiente, tossicodipendenze, emarginazione sociale, bassa scolarizzazione, familiarità con percorsi assistenziali, minori a carico. Si tratta di forme di povertà che hanno molte cause, che spesso colpiscono fasce sociali caratterizzate da scolarità medio/alta, che si accompagnano ad un diffuso sovraindebitamento delle famiglie.

Per dare un’idea delle dimensioni del problema, possiamo ricordare che negli ultimi 5 anni quasi 250 aziende del territorio hanno chiuso e si sono persi 3.400 i posti di lavoro solo nell’edilizia.

 

LE MENSE. Il progetto ha permesso il potenziamento della mensa Caritas Don Adriano Bragazzi a Latina (l’obiettivo è aumentare del 30% il numero dei pasti erogati ogni giorno) e l’apertura di una nuova mensa presso la Parrocchia San Pietro e Paolo nel Comune di Cori.

Grazie al progetto, la mensa di Latina sta funzionando 7 giorni su 7 per 12 mesi, quella di Cori 5 giorni su 7. Si prevede che insieme distribuiranno 101.140 pasti in un anno. Inoltre viene offerta agli ospiti la possibilità di usufruire del servizio docce due volte a settimana, negli orari antecedenti la distribuzione dei pasti.

Le mense non sono solo il luogo della distribuzione dei pasti: si darà grande spazio all’ascolto, all’accoglienza e alle relazioni umane secondo i principi della Carta dei servizi (equità, uguaglianza, continuità, umanità ed efficienza) della Caritas. Inoltre uno sportello di orientamento alla tutela ed alla promozione del lavoro e delle professioni affiancherà le strutture di accoglienza e socializzazione, per fornire tutte le informazioni relative al mondo del lavoro e della tutela previdenziale e sociale.

progetto Libera il futuro
L’inaugurazione delle mensa di Cori

 

 

I LABORATORI. Per sostenere i percorsi di uscita dalla povertà, il progetto Libera il Futuro prevede laboratori di due tipi:

1) volti al sostegno/sollievo familiare quali le ludoteche (per bambini di 3-10 anni in fasce di marginalità estrema), il doposcuola (per ragazzi dai 6 ai 17 anni) e, per i disabili, il laboratorio di rappresentazione teatrale e il laboratorio occupazionale. Lo scopo è liberare parzialmente le famiglie dall’onere dell’assistenza continua, visto che non si possono permettere dei centri a pagamento o delle badanti.

2) volti al potenziamento delle capacità e delle competenze della persona: il laboratorio di falegnameria ed elettromeccanico, quello di cucina sociale, di sartoria sociale, di Lingua italiana L2, di informatica.

I laboratori resteranno aperti 10 mesi e coinvolgeranno  290 utenti circa.

Le attività si svolgeranno a Latina, Latina Scalo, Cori, Sezze e Pontinia, interessando gli utenti provenienti dai Comuni della Diocesi di Latina- Terracina – Sezze – Priverno.

 

I PARTNER. Il progetto Libera il Futuro è portato avanti da una rete di associazioni, cooperative, enti pubblici. Ente capofila è la Confraternita delle stimmate di Cisterna di Latina, che gestisce i servizi della Caritas diocesana di Latina-Terracina-Sezze-Priverno; poi ci sono la Parrocchia Santi Pietro e Paolo di Cori, il centro diurno Casa Aima, le associazioni La Rete, Latina Cuore, Nova Urbs, Acli Provinciali di Latina, Auser;  le cooperative Saman, Cooperativa di transizione Scuola–lavoro IACS e Ninfea; la CGIL; l’ente di formazione Planet School  e l’ITE Vittorio Veneto Salvemini; i Comuni di Latina, Pontinia, Sermoneta, Cori; l’ASL Latina.

Se avete correzioni o suggerimenti da proporci, scrivete a: comunicazione@cesv.org

 

 

Scritto da: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2018 © Territorio Europa è un progetto Cesv - Centro Servizi per il Volontariato del Lazio
Site by 3Nastri | Privacy Policy