logo territorio europa

 “FUORICLASSE” – Rafforzamento della partecipazione attiva e dei processi di apprendimento nelle scuole della Regione Lazio

Scadenza bando: Questo bando prevede diverse scadenze, guarda il dettaglio nel testo.

Titolo completo: “FUORICLASSE” Progetti di rafforzamento della partecipazione attiva e dei processi di apprendimento da attuare nelle scuole della Regione Lazio.

Fonte di finanziamento: bando POR FSE 2014-2020.

 Scadenze:
prima scadenza dal 22 gennaio al 5 febbraio 2016;
seconda scadenza dal 14 ottobre al 28 ottobre 2016;
terza scadenza dal 13 ottobre 27 ottobre 2017.

Azioni
L’avviso prevede 3 azioni diverse. Ciascun proponente (in forma singola o associata) può proporre 1 sola proposta progettuale per ciascuna scadenza.

 AZIONE A: Esperienze brevi di apprendimento in situazione lavorativa

 Attività finanziabili percorsi formativi di introduzione degli studenti al mondo del lavoro, che prevedono sia formazione in aula che momenti di apprendimento in contesto aziendale (visite in azienda, osservazione della pratica lavorativa, ecc.).

Destinatari
studenti dell’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado.

Soggetti proponenti
istituti scolastici statali e paritari in forma singola o associata, Reti di scuole.

È obbligatoria una dichiarazione di adesione da parte di soggetti pubblici o privati disponibili a collaborare al progetto.

Finanziamento
massimo 25.000 euro a progetto, di cui 80% in anticipo e saldo a rendicontazione avvenuta.  Dovrebbero essere finanziati circa 40 progetti per ogni scadenza.

AZIONE B: Interventi a contrasto della dispersione scolastica

Attività finanziabili azioni a contrasto della dispersione scolastica.
Le azioni dovranno essere ricomprese in una o più delle seguenti tipologie:
– azioni volte ad individuare formule di intervento, anche innovative, per gli studenti a maggior rischio di esclusione sociale;
– azioni volte a qualificare ed innovare l’offerta scolastica;
– azioni volte a stabilire relazioni più solide e personali tra la scuola, la famiglia, i giovani, in particolare se figli di immigrati, ed i loro compagni;
– azioni tese a sostenere gli alunni con diverse disabilità fisiche e psichiche;
– azioni di prevenzione e contrasto di fenomeni di razzismo, sessismo, omofobia e bullismo;
– azioni volte alla promozione della parità di genere.

A titolo esemplificativo, potrà essere previsto:
– alfabetizzazione al linguaggio cinematografico, televisivo, crossmediale, anche attraverso la rieducazione alla percezione dei media;
– formazione negli studenti di una mentalità eco-sistemica; – utilizzo di strumenti e tecniche nel campo dell’educazione ambientale;
– ricorso alla metodologia laboratoriale, anche nell’ottica dello sviluppo di una scuola delle competenze;
– diffusione delle arti performative (musica, danza, teatro) e delle attività sportive come strumenti educativi ed inclusivi.

 Destinatari
 studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

 Soggetti proponenti
istituti scolastici statali e paritari; enti pubblici; enti e associazioni privati, comprese fondazioni, cooperative, imprese. I soggetti possono presentare domanda di contributo sia in forma singola che attraverso costituite o costituende ATI, ATS, Reti di scuole.

Se il proponente non è una scuola, servirà almeno una lettera di adesione di un istituto scolastico.

 Finanziamento
massimo 10.000 euro a progetto, di cui 80% in anticipo e saldo a rendicontazione avvenuta. Per l’anticipo sarà necessario stipulare una fideiussione (non necessaria per scuole e altri enti pubblici).

Dovrebbero essere finanziati circa 40 progetti per ogni scadenza.

AZIONE C: Interventi di sensibilizzazione per la cittadinanza, la solidarietà, la legalità e la cultura ambientale

 Attività finanziabili brevi percorsi formativi diretti agli studenti sui temi di cui sopra.

Le azioni dovranno essere ricomprese in una delle seguenti tipologie:

  • seminario di discussione e confronto;
  • esperienze di laboratori creativi;
  • visite formative (nel territorio della regione Lazio, sul territorio nazionale, all’estero).

 Destinatari
studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

 Soggetti proponenti
Istituti scolastici statali e paritari in forma singola o associata, Reti di scuole.
L’adesione di altri soggetti non è obbligatoria.

Finanziamento
5.000 euro a progetto, di cui 50% in anticipo e saldo a rendicontazione avvenuta.

Dovrebbero essere finanziati circa 40 progetti per ogni scadenza.

Durata dei progetti Massimo 8 mesi.

Tempistica di approvazione dei progetti: Di norma entro 60 giorni dalla data di trasmissione.

Risorse finanziarie: complessivamente disponibili 5.100.000 euro.

Per ogni scadenza sono a disposizione 1.700.000 euro, così suddivisi: 1.000.000 per l’azione A, 500.000 per l’azione B, 200.000 per l’azione C.

Modalità di presentazione: attraverso procedura telematica sul sito web della Regione (www.regione.lazio.it/sigem).

Strumento di semplificazione dei costi:

  • per le Azioni A e B sarà sufficiente indicare i costi di personale. Per tutti gli altri costi sarà riconosciuta una cifra forfettaria pari al 40% dei costi di personale. Non sarà necessario rendicontare questa cifra forfettaria.
  • per l’azione C sarà riconosciuta la cifra forfettaria di 5.000 euro (a patto di realizzare tutte le attività previste e di coinvolgere minimo 30 destinatari). Non sarà necessaria la rendicontazione delle spese.

Link utili: http://www.regione.lazio.it/rl_istruzione_giovani/? w=evidenzaDettaglio&id=21 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2018 © Territorio Europa è un progetto Cesv - Centro Servizi per il Volontariato del Lazio
Site by 3Nastri | Privacy Policy