logo territorio europa

PON SCUOLA, AVVISO PUBBLICO PER IL POTENZIAMENTO DEI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Scadenza bando: 2017, Dalle ore 10.00 del giorno 5 aprile 2017 alle ore 15.00 del giorno 20 giugno 2017. PROROGATO AL 7 LUGLIO 2017

Nome del bando

AVVISO PUBBLICO PER IL POTENZIAMENTO DEI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

 Scadenza

 dalle ore 10.00 del giorno 5 aprile 2017 alle ore 15.00 del giorno 20 giugno 2017. PROROGATO AL 7 LUGLIO 2017

 Finanziatore

 MIUR: PON 2014-2020 FSE-FESR “PER LA SCUOLA – COMPETENZE E AMBIENTI PER L’APPRENDIMENTO”.

Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE)

Obiettivo specifico 10.2 – Azione 10.2.5

Obiettivo Specifico 10.6 – Azione 10.6.6


Chi può partecipare

Sono ammessi:

  1. istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione (scuole secondarie di secondo grado);
  2. gli istituti scolastici-enti di riferimento degli Istituti Tecnici Superiori (ITS).
  3. cè possibile il coinvolgimento a titolo gratuito di altri soggetti del territorio, quali esemplificativamente amministrazioni centrali e locali, fondazioni, enti del terzo settore, camere di commercio, rappresentanze economiche e sociali, reti già presenti al livello locale.

Ogni istituzione scolastica può presentare un massimo di 2 progetti, di cui massimo 1 relativo ai percorsi all’estero. Le istituzioni scolastiche-enti di riferimento per gli Istituti tecnici superiori (ITS) possono presentare massimo un progetto.

Qualora l’istituto scolastico-ente di riferimento dell’ITS sia una scuola paritaria la candidatura potrà essere presentata da un Istituto tecnico o professionale statale facente parte del partenariato della Fondazione degli Istituti Tecnici Superiori (ITS).

 Azioni finanziabili

10.2.5 Azioni volte allo sviluppo delle competenze trasversali con particolare attenzione a quelle volte alla diffusione della cultura d’impresa

10.6.6 Stage/tirocini, percorsi di alternanza e azioni laboratoriali

L’avviso punta a qualificare i percorsi di alternanza scuola-lavoro, volti a promuovere nelle scuole esperienze innovative per potenziare l’offerta curricolare e prevede lo sviluppo di percorsi rivolti a studentesse e agli studenti delle istituzioni scolastiche del III,IV e V anno delle scuole del II ciclo (Licei e Istituti Tecnici e Professionali) e degli Istituti Tecnici Superiori (ITS).

Sono previste le seguenti tipologie di intervento

  • progetti di alternanza scuola-lavoro in filiera: tali percorsi si possono svolgere in ambito locale e devono avere 2 caratteristiche essenziali ovvero l’individuazione di un settore produttivo, tecnologico o di attività (la filiera) e prevedere attività in almeno due strutture ospitanti della filiera prescelta;
  • progetti di alternanza scuola-lavoro in rete di piccole imprese: costituzione di una rete con almeno cinque strutture ospitanti, di piccole dimensioni (sotto i 15 dipendenti);
  • percorsi di alternanza scuola-lavoro all’estero: per i licei e gli istituti tecnici e professionali;
  • percorsi di tirocini/stage in ambito interregionale e all’estero: per gli Istituti Tecnici Superiori (ITS).

Tutti i percorsi dovranno favorire lo sviluppo di competenze e l’acquisizione di conoscenze e informazioni di orientamento utili per l’introduzione ad un’esperienza di alternanza scuola-lavoro che deve intendersi come pienamente inserita nel percorso didattico.

I diversi progetti finanziati si rivolgono a gruppi di massimo 15 studentesse e studenti frequentanti gli ultimi 3 anni della scuola secondaria di secondo grado ovvero a gruppi di massimo 20 studentesse e studenti frequentanti gli Istituti Tecnici Superiori (ITS). Per le studentesse e gli studenti che sceglieranno i percorsi di alternanza scuola-lavoro all’estero è richiesta una formazione linguistica che abbia già raggiunto il livello B1 certificato.

Stanziamento totale del bando

140 milioni di euro

 Contributo massimo per progetto

Ciascuna proposta progettuale delle scuole non potrà superare i seguenti massimali per singolo modulo.

 

Azione 10.6.6Liceiin filiera e con reti di strutture ospitantimassimo Euro 10.100,00 per singolo modulo (massimo due moduli per la Regione Lazio)

 

in ambito interregionaleEuro 13.300,00 per singolo

modulo (massimo due moduli per la Regione Lazio)

 

all’esteroEuro 50.000,00 (massimo 1

modulo)

Istituti tecnici e professionaliin filiera e con reti di strutture ospitantiEuro 13.500,00 per singolo

modulo (massimo due

moduli per la Regione Lazio)

in ambito interregionaleEuro 17.700,00 per singolo

modulo (massimo due

moduli per la Regione Lazio)

all’esteroEuro 60.000,00 (massimo 1

modulo)

Istituti tecnici superiori (ITS)tirocini/stage in ambito interregionaleEuro 42.300,00 (massimo 1

modulo)

tirocini/stage all’esteroEuro 128.250,00 (massimo 1 modulo)

Per la mobilità all’estero, il piano finanziario si baserà sui Costi Standard Unitari già approvati dalla Commissione Europea. In particolare i costi relativi a viaggio, vitto e alloggio sono basati su quelli previsti all’interno del Programma Erasmus +. Si precisa che questi costi variano in relazione al Paese ospitante prescelto.

 Condizioni di partecipazione

  •  Le attività oggetto delle proposte progettuali riguarderanno l’anno scolastico 2017-2018
  • Le candidature indichino gli estremi della delibera del Collegio dei docenti e del Consiglio di Istituto che prevedano una specifica adesione al presente progetto oppure, in alternativa, una delibera con l’adesione generale alle azioni del Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola” 2014-2020, ad eccezione delle istituzioni scolastiche statali, enti di riferimento ITS;
  • il formulario on line deve essere compilato in ciascuna sezione e, entro i termini indicati ne presente avviso, trasmesso con firma digitale
  • i progetti dovranno obbligatoriamente prevedere, all’interno del monte ore previsto e già ricompreso nei massimali, attività iniziali di informazione e di orientamento alle studentesse e agli studenti della durata di 8 ore
  • In fase di presentazione del progetto l’istituzione scolastica deve indicare le strutture ospitanti per tutti gli interventi di alternanza scuola-lavoro
  • I percorsi di alternanza scuola-lavoro prevedono il coinvolgimento di tutor scolastici e tutor esterni “del mondo del lavoro”
  • Le istituzione scolastiche che scelgono di realizzare percorsi di alternanza scuola-lavoro e di tirocinio/stage in ambito transnazionale dovranno indicare, sia in fase di presentazione della richiesta che in fase di definizione della struttura, il Paese di destinazione in quanto il costo dell’intervento è correlato a parametri prefissati nell’ambito dei costi standard. In nessun caso il Paese indicato ed inserito nella proposta potrà essere modificato in corso di attuazione.

 Per approfondire  guarda il bando e la modulistica

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2018 © Territorio Europa è un progetto Cesv - Centro Servizi per il Volontariato del Lazio
Site by 3Nastri | Privacy Policy